Azioni Starbucks, un ottimo affare nell’ultimo mese

Quando si parla di investire in azioni di compagnie d’oltre oceano, molto spesso si tratta di fare speculazioni su realtà enormi e di grande successo, ma nell’ultimo mese una mozione d’onore va senza alcuna ombra di dubbio alle azioni Starbucks. Il titolo al primo di novembre 2018 era a 58,63 USD per azione, mentre nella giornata di oggi era quotato a 67,04 USD.

Possiamo quindi considerare che investire in questo titolo è stato un buon affare. Ma continuerà ad essere così nel prossimo futuro?

Secondo gli analisti il titolo ha raggiunto il punto di nuova stabilità, per cui probabilmente nei prossimi giorni assisteremo a una volitività giornaliera che porterà al nuovo punto di stabilità.

Azioni Allianz, investimenti nel settore assicurativo

Negli scorsi anni il settore assicurativo europeo ha subito gli scossoni dovuti alla crisi finanziaria, ad ogni modo, le grandi compagnie assicurative europee sono state in grado di rimanere in piedi nella bufera e il mercato sembra riprendere lentamente una boccata d’aria.

Tra le grandi compagnie assicurative, la più grande è la tedesca Allianz, nata a Berlino addirittura alla bine dell’ottocento e poi trasferita a Monaco nella metà del secolo scorso. Naturalmente le vicissitudini dell’azienda nel tempo sono molto interessanti, soprattutto le dinamiche intercorse durante e dopo la seconda guerra mondiale, ma dal punto di vista finanziario ci è sufficiente considerare che Allianz ha acquisito negli anni tutte le maggiori compagnie assicurative europee, diventando una autorità indiscussa del settore. Nel nostro paese ha acquisito marchi storici come RAS e Lloyd Adriatico.

La compagnia, che in Italia ha sede centrale nella città di Trieste, ha saputo espandersi al meglio anche sfruttando la possibilità di stipulare polizze online, e stipulando accordi convenienti con molte banche presenti sul territorio.

Investire su Allianz potrebbe essere una buona idea per il prossimo 2019, soprattutto considerando gli ottimi risultati ottenuti nell’ultimo periodo. Un investimento di questo tipo è comunque da considerarsi a breve termine e da monitorare costantemente, soprattutto se non siete degli esperti trader.

Quali azioni compriamo oggi?

Il mercato azionario in generale e il mondo del trading online in particolare offrono ogni giorno ottime possibilità d’investimento.

Chiunque sia esperto del settore potrà confermarvi che ci sono dei momenti in cui il mercato è più favorevole e altri meno, ma che le buone possibilità, se si sa prevedere l’andamento corretto, ci sono ogni giorno. Quindi, ogni giorno è realmente un buon giorno per guadagnare soldi facendo de trading online.

Vediamo un po’ nel dettaglio quali sono stati i miglior titoli oggi in Italia, così da poter fare una valutazione se le aziende proposte possono continuare ad essere un buon investimento per gli azionisti o meno.

TitanMet (+84,652%)

Si tratta di un’ex metallurgica italiana, fondata nel 1956, attualmente è una società finanziaria. Oggi per il titolo è stata una grande giornata, Per quanto riguarda il breve periodo la società sta vivendo un bel momento finanziario. Lo scenario proposto dall’andamento del titolo di questi giorni è estremamente appetibile per chi vuole realizzare buoni guadagni in pochissimo tempo. Naturalmente è opportuno considerare l’alto grado di rischio.

Tiscali (+49,425%)

Tiscali si occupa invece di telecomunicazioni, fu fondata a Cagliari nel 1998, entrando repentinamente nel mercato telefonico italiano liberalizzato in quell’anno. Dal 1999 in avanti Tiscali entra anche nel mondo internet, offrendo la possibilità di accesso alla rete. Nello stesso anno viene anche quotata in borsa per la prima volta. Anche per Tiscali oggi è stata una giornata particolarmente positiva. Gli analisti sottolineano che Tiscali è in una fase di rafforzamento e si prevede che la giornata di domani chiuda con un nuovo segno positivo.

Borgosesia (+27,451)

Questa società è particolarmente radicata sul territorio e vanta una storia piuttosto lunga in uno dei settori storici in cui l’Italia vanta grande prestigio: il tessile. Crea e produce tessuti, ma il gruppo ha saputo anche diversificare per far fronte al mercato moderno, e attualmente si occupa anche di immobiliare e risparmio gestito. Le azioni della società oggi avevano aperto debolmente, ma nel corso della giornata le cose sono andate decisamente meglio. Investire in questo momento sulle azioni della società però presenta un rischio davvero elevato, dato che i volumi giornalieri risultano particolarmente sottotono.

Eurotech (+21,26%)

Non molto conosciuta alle grandi masse, ma di tutto rispetto per quanto riguarda la produzione e sviluppo di microcomputer. Si occupa anche di ricerca, sviluppo e produzione di Computer ad alte prestazioni. Ha attualmente sede ad Amaro. Il titolo ha attualmente una volatilità estremamente marcata, quindi, naturalmente considerando i rischi del caso, si presta perfettamente ad investimenti redditizi nel brevissimo periodo.

Come dicavamo all’inizio di questo articolo, le situazioni sul mondo del mercato azionario cambiano ad ogni minuto, per cui se siete intenzionati a fare del trading online su queste aziende, vi consigliamo di basarvi su un’accurata analisi tecnica fatta sul momento.

Il lupo di Wall Streat, la truffa del secolo. Ma cosa fa oggi?

Diventato immensamente famoso nel nostro paese, ma non solo, grazie alla fenomenale interpretazione di Leonardo Di Caprio e alla geniale regia di Martin Scorsese, il Lupo di Wall Streat è un film uscito qualche anno fa. Forse però non tutti sanno che il film narra di una storia vera, quella di Jordan Belfort, diventato negli anni 90 sorprendentemente ricco in pochissimo tempo commettendo una mega truffa sui mercati di Wall Streat. A soli 36 anni, fu arrestato dall’FBI e passo in carcere 22 mesi, accusato e condannato per frode e riciclaggio.

La sua storia è incredibilmente famosa, per una serie di vicissitudini, inizia a lavorare in una piccola società che vende penny stock, scopre di essere piuttosto bravo, e decide con su socio in affari di mettersi in proprio. Da li iniziano una serie infinita di illeciti e truffe che lo portano a diventare milionario in pochissimo tempo. Con la tecnica Rathole, i soldi arrivavano dallo schema Pump and Dump. Nel frattempo però drogava il mercato comprando segretamente laghi blocchi di titoli. Lo stesso sistema fu applicato per le azioni Madden.

Nel film, ma anche nella vita reale Belfort vive una vita assolutamente fuori dalle righe, facendo soldi a palte, vivendo nel lusso frenato, circondato da donne e abusando di ogni tipo di droga.

Fino al momento dell’arresto.

Ma stiamo comunque parlando di un ragazzo che al momento dell’arresto aveva 36 anni, per cui la domanda è: cosa fa adesso Belfort?

Certamente dopo la detenzione la vita di Belfort è decisamente cambiata, ma considerando le truffe che ha messo in piedi a molti di noi piacerebbe vederlo un po’ meno ricco. Invece ricco Belfort lo è ancora, meno che negli anni 90, ma non certo alla fame. In questo momento guadagna molti sodi dai ricavati dei suoi libri, in più fa corsi, molto cari, dove insegna comunicazione e metodi di persuasione. I soldi dei diritti televisivi sono in parte devoluti a ripagare le famiglie truffate da Belfort.

Ma allora il trading online è sicuro?

Attualmente le cose sono molto cambiate rispetto ai tempi di Belfort, le piattaforme di trading online, vendono si prodotti simili a quelli proposti da Belfort, ma i sistemi di controllo sono decisamente diversi. E’ certo che sta alle persone stesse salvaguardare la propria incolumità finanziaria. E’ importante imparare a valutare bene quello che trovate in internet, tanto più se si tratta di trading online. Diffidate immediatamente di quelli che vi propongono rendite del 100-200% in poco tempo. Come è bene diffidare anche delle piattaforme che per accattivarsi clienti regalano bonus spropositati. Non vogliamo arrivare a dire che in questo caso vengono usati dei sistemi truccati, ma è comunque opportuno avere un po’ di buonsenso e valutare bene l’affidabilità del servizio di broker.

Ricordate anche che per evitare truffe è bene valutare le credenziali del servizio di broker. Ci sono enti appositi, a controllo statale, che sono incaricati del controllo e della certificazione dei servizi di broker.