“A SUA IMMAGINE E SOMIGLIANZA” IL NUOVO PROGETTO DI LUCA ALESSANDRO

A sua immagine e somiglianza” è il nuovo progetto del regista romano Luca Alessandro (The Pyramid, Questione di Sguardi, E.N.D. – The Movie). Ad ora soltanto una sceneggiatura, ambiziosa, dai toni molto forti e profondamente psicologici – tratti che caratterizzano lo stile del regista – che punta ad essere realizzata diventando un film.

Una sceneggiatura solida, in collaborazione con lo scrittore Samuele Fabbrizzi (“Il Collezionista di Memorie”, “Il Braccio Mutante della Legge”, entrambi editi da Dunwich Edizioni), per una storia che potrebbe avere un forte impatto emotivo-psicologico toccando dei temi in modo diretto. Un modus operandi brutale, probabilmente un rospo duro da digerire se si pensa alle produzioni standard del nostro paese che ti bollano appena esci dal seminato. Ma c’è potenziale, c’è spessore, e la possibilità che questa storia, al momento esistente solo su carta, possa diventare qualcosa di più.

NonSoloGore è lieto e onosrato di collaborare con il regista, che ringrazia per l’unione artistica e la fiducia, a questo progetto, sia ricercando sponsor, collaborazioni o chiunque abbia la voglia di investire (di produttori in Italia è inutile parlarne), sia dal punto di vista puramente pratico attraverso una campagna di raccolta fondi, attraverso l’ormai più che conosciuta soluzione del crowdfunding, che partirà a Gennaio.

Un accenno di storia
Non è facile nascondere la propria piromania. Lo sa bene Angelo, pompiere di quarant’anni, che prese le vacanze dal lavoro si trova in balia di una vera e propria astinenza da fiamme. Contenersi non è semplice, soprattutto quando pensi di essere la reincarnazione dello Spirito Santo. Quale mezzo è migliore del fuoco per purificare i peccatori? Dopo dieci giorni, gli impulsi hanno bisogno di essere sfogati, ma essendo nel paesino d’infanzia, Angelo deve trovare un altro modo per farsi e fare del bene. Al suo fianco avrà una vecchia amica, suor Giulia, tanto devota a Cristo quanto alla sessualità. Inizia così una spirale di macabri omicidi che porteranno il protagonista a fare i conti con il proprio passato, le angosce e certi segreti che a volte è meglio tenere sotterrati. Perché ciò che siamo adesso è il frutto di ciò che eravamo da bambini.

Chiunque fosse interessato a conoscere nel dettaglio il progetto e valutarlo nel suo essere e nel suo divenire può contattare sia Luca Alessandro che Marinella Landi ai seguenti indirizzi:  distalex@hotmail.itmary@nonsologore.it

La locandina del film è realizzata dalla illustratrice Jessica Tiberi (tiberi.jessica@gmail.com)

Licenza Creative Commons Questo sito è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Hit counter by goldbetreview