INTERVISTA A EMILIO PERRONE (Attore,regista)

[A cura di Marinella Landi]

NSG ha intervistato per voi l’attore e regista Emilio Perrone (Il tempo di un respiro, Ombre nella memoria), attualmente impegnato sul set di “Camice Bianco“. Buona lettura!

[NSG] – Ciao Emilio, benvenuto! Allora, raccontaci un po’ di te, nel settore ti occupi un po’ di tutto, dalla produzione alla regia, ma sei anche sceneggiatore e soprattutto attore. Come ti sei avvicinato al cinema?

[E.P.] – Il cinema e’ sempre stato la mia passione, fin da bambino ogni volta che guardavo un film mi immedesimavo nei personaggi. Da 6 anni a questa parte ho incontrato persone che hanno riconosciuto le mie doti e mi hanno spronato, convincendomi a partecipare a diversi corsi di recitazione. La strada e’ stata lunga, ho partecipato a svariati casting, così sono arrivato in tv partendo da antenna3 come valletto in una trasmissione televisiva, dopodiché ho preso parte nel cast della soap opera “terapia d’urgenza”  trasmesso sulle reti rai, ma questo non mi bastava, così ho frequentato una scuola di regia per poter concretizzare le mie idee ed i miei progetti e supportato da persone già appartenenti al mondo dello spettacolo, sono riuscito ad auto produrre diversi cortometraggi e a dirigere staff di attori.

[NSG] – Cos’è per te il cinema e qual’èil genere che apprezzi maggiormente, sia come regista, quindi da mettere in scena, sia come attore?

[E.P.] – Il cinema è un mondo di emozioni, un mezzo attraverso cui si può sognare, riflettere, ridere, sorridere e talvolta anche piangere.I generi che preferisco sono l’horror e azione, mi piace interpretare personaggi folli e cattivi con un ruolo di forte impatto agli occhi dello spettatore

[NSG] – Solida collaborazione con Annamaria Lorusso con la quale hai co-diretto “Il Tempo di un Respiro”, e precedentemente “Inside”, oltre ad aver recitato in altri corti da lei diretti, parlaci un po’ di questi lavori.

[E.P.] – Annamaria e’ per me oltre che una collaboratrice in alcuni lavori, una grande amica che stimo tantissimo, ci siamo ritrovati a dirigere insieme diversi cortometraggi ed abbiamo appreso l’uno dall’altro piccoli trucchi che si usano in regia.
La nostra collaborazione è molto solida, frutto di un grande rispetto reciproco. Il primo lavoro che abbiamo co-diretto e’ stato “il tempo di un respiro”, è stato difficile ve lo assicuro, ma con la forza e la voglia di creare abbiamo portato a casa un ottimo risultato. Quest’anno ci vedrà ancora insieme nella creazione di molti altri lavori, e spero che questa nostra collaborazione duri davvero a lungo perché vi posso assicurare che lavorare con lei da molte soddisfazione, ottima attrice e ottima regista.

[NSG] – Attualmente sei alle prese con un progetto importante che è “Camice Bianco”, scritto sempre con Annamaria e da te diretto. Puoi svelarci qualcosa di più, di cosa si tratta?

[E.P.] – Per quanto riguarda il nostro nuovo progetto “camice bianco” affiancato da Annamaria Lorusso, non voglio sbilanciarmi molto, posso solo dirvi che stiamo facendo del nostro meglio per creare un gran bel lavoro.
Mi vedrete nei panni di un personaggio squilibrato con sete di vendetta.
Il cast e’ composto da attori già conosciuti nel mondo del cinema, tra cui ho il piacere di annunciarvi la partecipazione straordinaria del pluripremiato Roberto D’Antona grandissimo attore con cui ho già avuto il piacere di collaborare sia ne “il tempo di un respiro” sia in “ombre nella memoria” di Annamaria Lorusso.
Vi assicuro che con un cast così avrà un successone :D

[NSG] – Il tuo punto fermo rimane la recitazione, dato che nasci proprio come attore, alla quale vorresti dedicarti in toto dopo “Camice Bianco”. Quindi si può dire che il primo amore non si scorda mai?

[E.P.] – Si, confermo che camice bianco, molto probabilmente, ma non sicuramente, sarà l’ultimo progetto in cui mi vedrete come regista ma continuerò successivamente la mia strada come attore, questo perché recitare mi trasmette forti emozioni.

[NSG] – Oltre a Camice Bianco, in quali progetti ti vedremo impegnato in questo 2015? Se si può spifferare…

[E.P.] – Questo 2015 sarà un anno importante e mi auguro che sia l’anno della mia svolta, mi vedrete ancora impegnato nella recitazione, però purtroppo non posso spifferare altro…Tanti progetti sono in cantiere :)

[NSG] – Vuoi aggiungere qualcosa per i lettori di NSG?

[E.P.] – Un ringraziamento speciale a Nonsologore e Marinella Landi che mi hanno concesso questa intervista. Spero che continuerete a seguirmi, vi assicuro, non ve ne pentirete :)

Licenza Creative Commons Questo sito è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Hit counter by goldbetreview