INTERVISTA ALLA TRUPPA DELLA NEW OLD STORY FILM

[A cura di Marinella Landi]

NSG, in occasione del loro imminente ritorno sulle scene, ha intervistato per voi la ciurma della New Old Story Film di Casalpusterlengo noti anche come Roberto Albanesi, Simone Chiesa, Davide Cazzulani e Roberto Bravi. Sempre nel loro stile ironico, si raccontano e ci raccontano qualcosina del primo film ufficiale della casa di produzione Lombarda. Come di consueto, le interviste con la NOS sono sempre un po’ particolari, soprattutto per colpa di Roberto Albanesi… Buona Lettura!

[NSG] – Ciao cari, ben ritrovati. Come state?

[Roberto Albanesi] – Il fatto che al mondo esistano: I Linkin Park, Salvini, L’ISIS, e l’ebola non mi lasciano tranquillo… però ho una gran bella donna al mio fianco, degli amici fidati e non vivo a Milano; Questo mi rende ottimista sul futuro.

[Simone Chiesa] – Ciao Mary! Direi tutto bene, alti  e bassi ma si guarda positivamente al futuro!

[Davide Cazzulani] – Ciao Mary! Direi abbastanza bene, mi aspetto una girandola di novità in questo nuovo anno, quindi mi sento ottimista!

[NSG] – Prima di parlare dei vostri nuovi progetti, precisamente di quello che vi vedrà tornare all’attacco, tiriamo un po’ le somme dell’anno appena passato, l’anno della piramide, si può dire, venduto e apprezzato un po’ dappertutto. Raccontateci.

[Roberto Albanesi] -  The Pyramid è la pietra miliare della nostra carriera artistica (e umana). Non ci ha resi economicamente ricchi ma ci ha dato 2 grandi certezze:

1-    Siamo portati nel fare ciò che facciamo

2-    Se devi sperare di vendere il tuo lavoro, ragione già con entrambi i piedi fuori dai confini nazionali.

Per Natale la mia Sara mi ha regalato una copia del MIO film ordinandola dagli states… la cosa mi fa ridere parecchio.

[Simone Chiesa] – The Pyramid è stata una bella soddisfazione! La testimonianza che credendoci ed aiutandoci tutti in sieme si possono raggiungere risultati ottimi. Direi esperienza positiva insomma!

[Davide Cazzulani] – Beh, certamente la cosa ci ha dato soddisfazioni, soprattutto essendo stata una prova d’orchestra forgiata con davvero tanto sudore e sintonia tra le varie forze in causa.

[NSG] – Il 17 Gennaio uscirà sul web “17 a Mezzanotte”, antologia alla quale prendete parte con il segmento “Signori…Buonanotte! A parte la proposta di qualcuno di levare il vostro episodio per la tua calviazie, il che ci può stare, come ricordate questa esperienza, siete soddisfatti del risultato finale?

[Roberto Albanesi] – A mio modesto parere il film è parecchio discontinuo, visto che passa costantemente da cortometraggi più curati, ad altri meno, ad altri che sfiorano l’amatoriale e ad altri che sembrano girati da un bimbo di 4 anni nato cieco e con il sogno dell’equitazione. Il progetto nel suo DNA ha una carica esplosiva di passione e speranza e di questo devo fare i complimenti al creatore del tutto, ossia Davide Pesca.

La gente noterà tutti i difetti che il film porta con sé (fra i quali un mio nudo integrale con calzino bianco) ma spero che trovi anche tutta la passione che, con alti e bassi, ognuno dei 18 registi coinvolti ci ha messo dentro.

Per quanto riguarda il nostro corto (il quarto in ordine di svolgimento) “Signori, Buonanotte!” posso soltanto dire che abbiamo girato una commedia per un progetto horror… e di questo siamo strafelici.

[Simone Chiesa] – Quello che avete visto su schermo è stata la  pura verità, ovvero noi  che non sapevamo dove sbattere la testa cercando disperatamente di trovare un’idea horror…

Alla fine ci  siamo detti, l’orrore è tutti i giorni intorno a noi! Raccontiamolo! Ecco come è nato il  nostro episodio,e direi che possiamo ritenerci soddisfatti!

[Davide Cazzulani] – Dal mio punto d vista, dato il poco tempo a disposizione per preparare e girare il nostro episodio, sono soddisfatto. Ha il ritmo e la filosofia dissacrante che ci eravamo imposti di raggiungere. Relativamente al risultato complessivo, premio decisamente l’impegno di tutti e la tenacia di Davide Pesca, che ha portato avanti un progetto non facile da gestire, viste le numerosissime realtà coinvolte nel progetto.

[NSG] – Come ha passato la NOS questo periodo sabbatico lontano dalle scene?

[Roberto Albanesi] – Trovando soldi per campare. Dopo aver escluso (purtroppo) l’idea di darci alle rapine e allo spaccio, ci è toccato trovarci dei lavoretti per tirare avanti. Dopo il contratto con Sky per Simona “pittarosso lo spot più brutto a più non posso” Ventura, abbiamo ripreso a girare videoclip per varie band indie italiane, spot, porno con animali, campagne umanitarie per mediafriends e ora abbiamo firmato per la Gazzetta dello Sport come filmakers.

Infine, io personalmente ho messo le basi per il nostro primo lungometraggio totalmente autoprodotto e ho scritto il saggio “ I METALLARI NON METTONO LE INFRADITO”. Il libro è stato distribuito in sole 100 copie gratuite dalla SANDRONI EDITIRCE.

[Simone Chiesa] – Riordinando le idee, sbattendo la testa un po’ dappertutto. Ma eccoci di nuovo qui. “Ancora una volta sulla breccia!”

[Davide Cazzulani] – La NOS in questo periodo si è concentrata su vari fronti, infatti oltre ai nostri progetti puramente cinematografici, abbiamo iniziato a focalizzare le nostre forze anche su nuovi orizzonti, re-inventandoci e mettendoci sfrenatamente in gioco, cercando di far accrescere la nostra esperienza in tutti gli ambiti audiovisivi.

[NSG] – Torniamo a parlare di cose più serie. State per tornare con il vostro primo lungometraggio, così mi dici Roberto, ma la NOS ne ha fatti altri prima, quindi cosa intendi per primo, il primo serio?

[Roberto Albanesi] – Gli altri lunghi che abbiamo girato come NOS FILM (e che io precedentemente ho girato per i ca##i miei) sono da ritenersi: “ SFOGHI ARTISTICI AMATORIALI GIRATI SENZA UN FILO DI ATTREZZATURA SERIA AL FINE DI PASSARE IL TEMPO INVECE CHE UBRIACARSI SOTTO UN CAVALCAVIA NELLA NOSTRA AMATA CASALPUSTERLENGO”.

Quindi questo nuovo lavoro in arrivo è ufficialmente il nostro primo VERO lungo, in quanto è stato girato con tutti i crismi al posto giusto… tranne OVVIAMENTE quello economico, visto che ce lo siamo autoprodotto facendo da cavie a farmaci sperimentali; E’ per questo che:

-Io ora so leggere nella mente dei gatti

-A Chiesa son cresciuti i Seni

-A Cazzulani è cresciuto un I-Phone in mano (che ha il potere di comandare la ragione cazzulaniana)

-A Bravi son caduti parte dei capelli e si è fatto il ciuffo alla Himler

[Simone Chiesa] – Il primo ragionato e non “de panza”. Con un’idea ben piantata in testa. Insomma, volevamo buttarci su qualcosa di nuovo ed esotico, che ci desse la possibilità di esprimerci al nostro meglio. La strada è ancora  lunga, ma i risultati fino adesso sono molto buoni…vediamo di concludere  questa opera prima al meglio!

[Davide Cazzulani] – Personalmente credo che i primi lungometraggi furono dei lavori senza eccessive pretese, sfoghi creativi con numerose lacune tecnico/esperienziali e girati soprattutto per divertimento, utilizzando magari amici senza grosse esperienze attoriali, così da offrire ai partecipanti una sorta di evento che restasse piacevolmente impresso nei ricordi di tutti. Oggi la tecnica è migliorata ed il prodotto sarà molto più curato, nonostante le evidenti lacune economiche.

[NSG] – Ok, a voi la parola per raccontarci qualcosa di questo nuovo lavoro, magari con qualche esclusiva che non guasta mai…!

[Roberto Albanesi] – E’ un film che si svolge a Casalpusterlengo e vede quattro storie che si intrecciano fra loro e che parlano di perdenti in cerca di riscatto. Il film è una commedia ( a tratti surreale) in cui ogni vicenda/storia viene diretta da un membro della NEW OLD STORY FILM.

-WOOF! (Roberto Albanesi)

-EL LUCHADOR (Davide Cazzulani)

-HOLLYWOOD IN CANTINA [il titolo che ho proposto io, spero che lo mantengano]( Simone Chiesa )

-IL NERD DAL CA@#O GIGANTE [non credo che il titolo rimarrà questo] (Roberto Bravi)

Quando ho proposto l’idea del progetto, pensavo che gli altri mi mandassero affanc@#o, invece sono stati felici… anche se poi hanno dovuto (come il sottoscritto) tirare fuori quei 4 soldini che avevamo da parte per girare il tutto.

Il film dovrebbe essere pronto nel 2015… se prima non ci uccidiamo a vicenda.

[Simone Chiesa] – Una storia corale sui perdenti e sui disillusi.  Con il nostro  tocco però! Quel surreale/comico/grottesco che ci ha sempre contraddistinto!

[Davide Cazzulani] – Beh, l’esclusiva che mi tocca più da vicino è il mio esordio alla regia. L’area del film che gestirò vuole essere una rappresentazione amara e malinconica della realtà vissuta dal protagonista. Un misto di romanticismo, tristezza, riscatto e sorrisi amari. Una sorta di “Pukahontas” di Barney Gumble, con attori in carne ed ossa ed una forte sperimentazione sulle tecniche di color correction e molti significati legati al linguaggio inserito in esse.

[NSG] – Non fatemi pentire di questa domanda… La vostra visuale attuale sul nostro cinema indie? 

[Roberto Albanesi] – Sparo delle considerazioni a random.

Penso che sia un ambiente nato per azzuffarsi più che per collaborare ad uno scopo comune (andrà sempre avanti così e andrà sempre peggio). I talenti ci sono (pochi ma buoni). Per i capitolini è più facile provarci… più ci si allontana da Roma più è dura. La NOS FILM è dalla parte opposta della capitale ma ci proviamo lo stesso.

Il cinema di genere (sia mainstream che indie) non risorgerà mai in Italia (e forse è giusto così).

[Mary] – Con l’ultima frase mi ferisci…  ;)

[Simone Chiesa] – Tante promesse, poche possibilità. E’ davvero difficile avere visibilità  in un ambiente del genere, ma sperare non guasta mai!

[Davide Cazzulani] – Sinceramente, causa poco tempo a disposizione, non sono molto aggiornato sulle novità. Aspetto con ansia di vedere “Alienween” degli amici Sfascia  e Visani. So che la tecnica visionaria di Federico e le capacità organizzative di Alex non mi deluderanno

[Mary] – Siamo in due… per Alienween ovvio, per il resto se non mi aggiorno mi tocca chiudere bottega!

[NSG] – Oltre al primo lungometraggio serio, progetti futuri in casa NOS?

[Roberto Albanesi] – Vediamo di far girare quanto più possibile questo nostro lungo, poi si vedrà. Fosse per me (con le sceneggiature che ho da parte) girerei un progetto nuovo ogni mese… ma il cinema è un’arte collettiva e quindi avrei bisogno costantemente di collaboratori pronti a tutto. Di sicuro realizzerò un fumetto di cui ho tutto pronto da parecchio tempo, mi manca “solo” un buon disegnatore che salga sulla mia barca. Anzi, se TU che stai leggendo sei la persona giusta, contattami!

[Simone Chiesa] – Molti. Tanti spunti,  tante idee…nulla di veramente concreto. Come al solito insomma!

[Mary] – Scazzo mode-on? Come sei diventato serio caro Chiesa…

[Davide Cazzulani] – I progetti sono tanti, ma inscrivibili un un unico grosso obiettivo, la continua  crescita professionale.

[NSG] – E ora una parola per i nostri lettori…

[Roberto Albanesi] – Sostenete questo sito perché è valido, preciso, aggiornato e molto ben curato. Sostenete il boss di questa piattaforma web, la Mari, perché si è fatta un culo quadro per puntare i riflettori su chi (altrimenti) non avrebbe avuto nemmeno un minimo di attenzione. E infine, guardatevi questi film di recente o prossima uscita: FURY, BOYHOOD, THE INTERVIEW. Infine fine, non ascoltate i Linkin Park e fateci caso, I METALLARI NON METTONO LE INFRADITO.

[Mary] – Grazie caro, troppo buono, ma è sempre bene ricordare che ci facciamo il mazzo anche se non sembra :p

[Simone Chiesa] – Continuate a supportare il cinema indipendente italiano e i ragazzi che ci mettono l’anima tutti i giorni per realizzarlo. La rivoluzione parte sempre da noi tutti. E leggete Nonsologore, che  è sempre fico! Grazie Marinella   per il tempo concesso ;)

[Mary] – E’ sempre un piacere, e grazie per il Fico, NSG ringrazia giocondo ;)

[Davide Cazzulani] – Elettroforesi

[Mary] – Elettroforesi: L’elettroforesi è una tecnica analitica e separativa basata sul movimento di particelle elettricamente cariche immerse in un fluido per effetto di un campo elettrico applicato mediante una coppia di elettrodi al fluido stesso.

Grazie Cazzulani e grazie soprattutto a Wikipedia!

Licenza Creative Commons Questo sito è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Hit counter by goldbetreview