LUGLIO & SETTEMBRE IN COMPAGNIA DEL 34° FANTAFESTIVAL

Manca poco e le porte del multisala Barberini aprirà i battenti al 34° Fantafestival che inaugurerà la nuova edizione Lunedì 14 Luglio per quattro giorni ricchi di proiezioni, incontri e importanti novità per concludere una prima tappa il 18 di Luglio e passare alla seconda in quel di Settembre dal 5 al 7 presso la sala Trevi. Tra le novità di questa 34° edizione sono stati introdotti due nuovi premi: “Mary Shelley” alla Miglior Regista e “Mario Bava” alla Miglior Opera Prima. 

Di seguito il comunicato stampa con tutti i dettagli


Comunicato ufficiale: 34° FANTAFESTIVAL – MOSTRA INTERNAZIONALE DEL FILM DI FANTASCIENZA E DEL FANTASTICO. MULTISALA BARBERINI – 14/18 LUGLIO E SALA TREVI – 5/7 SETTEMBRE

Promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Cinema, Roma Capitale Assessorato alla Cultura Creatività e Promozione Artistica, Assessorato alla Cultura Arte e Sport della Regione Lazio, e realizzato in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale

TRA LE NOVITA’ DI QUESTA EDIZIONE, DUE NUOVI PREMI:
ALLA MIGLIOR REGISTA IL PREMIO “MARY SHELLEY”
ALLA MIGLIOR OPERA PRIMA ITALIANA IL PREMIO “MARIO BAVA”

La XXXIV edizione del FANTAFESTIVAL (Mostra Internazionale del Film di Fantascienza e del Fantastico – dal 14 luglio al 7 settembre 2014), diretta da Adriano Pintaldi e Alberto Ravaglioli, sarà davvero ricca di novità.

Tra queste, due premi nuovi di zecca, che si andranno ad affiancare agli ormai consueti quattro Pipistrelli d’Oro (al Miglior Cortometraggio Italiano, al Miglior Cortometraggio Straniero, al Miglior Lungometraggio Italiano e al Miglior Lungometraggio Straniero).

Ha un taglio femminile  il PremioMary Shelley”, Premio Internazionale alla Migliore Regista, nato per celebrare l’impegno creativo delle donne all’interno di un genere cinematografico popolato, in maggioranza, da registi uomini. Non poteva che essere intitolato a Mary Shelley, la scrittrice inglese autrice del romanzo gotico “Frankenstein”.

Lamberto Bava, il regista di cult come “Demoni” e “Fantaghirò”, assegnerà, invece, il PremioMario Bava”, dedicato alla memoria del maestro del cinema del brivido in occasione del centenario dalla sua nascita. Annunciato già durante l’edizione del 2013, il Premio “Mario Bava” sarà assegnato alla Migliore Opera Prima tra i film italiani selezionati. Regista, sceneggiatore, direttore della fotografia e creatore di effetti speciali, Mario Bava ha dato vita ad una straordinaria stagione del cinema di genere horror e sci-fi  italiano, pochi mezzi e tante idee, realizzando una serie di cult-movie amati in tutto il mondo, come “La maschera del demonio”, “La frusta e il corpo”, “I tre volti della paura”, “Terrore nello spazio” e “Reazione a catena”

Licenza Creative Commons Questo sito è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Hit counter by goldbetreview