A GRANDE RICHIESTA TORNA “gU.F.O.” IL TEATRO DI LUCA RUOCCO E IVAN TALARICO

Comunicato stampa: Dopo il successo del debutto a gennaio ritorna a grande richiesta gU.F.O. lo spettacolo che ha entusiasmato e divertito scavando negli oscuri meandri della mente umana.
Il teatro di Luca Ruocco ed Ivan Talarico, sempre stra-ordinario ed imprevedibile, trova una particolare riuscita: lo spettacolo fa ridere, e molto, cercando però le risate in ambienti oscuri e poco battuti. E la risata è soltanto il meccanismo di conquista per discorsi e concetti dai tratti feroci ed agghiaccianti.
La parola chiave è Alienazione: la fragilità immaginifica di una mente in difficoltà produce Gufi e Alieni, deus ex machina del gioco scenico.
E i due performer si divertono ad entrare ora nella vita quotidiana dei Gufi, esplorando i limiti del loro amore claustrofobico ed apatico, ora a improvvisarsi crudeli Alieni, agguerriti nella banale decisione di conquistare il mondo attraverso la schiavitù del lavoro.
Il gioco è trascinante e rocambolesco e chi guarda non ne è esente, fisicamente chiamato in causa a decorare la scena con l’assenza di umanità, per evitare che la distanza lo faccia ridere troppo degli altri, quando invece dovrebbe deridersi senza pietà.

Trama: Continuando a giocare con gli stili e le variazioni DoppioSenso Unico fa incontrare Gufi e Alieni: chiusi nel loro piccolo spazio vitale i primi, dominatori dell’universo i secondi. I Gufi nicchiano, non essendo predisposti al dialogo. Gli Alieni incalzano, con atteggiamento gerarchico. Riusciranno nel contempo Hitler, Marx e Darwin a sviluppare idee autonome? L’attesa è snervante. E se i gufi non esistessero? E se gli alieni fossero dio? E se noi fossimo alienati?

- “C’è una vorace distorsione dadaistica di oggi, nel lavoro di questa formazione” [Rodolfo di Gianmarco, La Repubblica]

- “Voraci e immaginifici, gli artisti della poliedrica factory romana DoppioSenso Unico sono eredi di una tradizione avanguardista che risale al dadaismo e al surrealismo, portata avanti con spirito di ricerca e sperimentazione decisamente contemporanei.” [Pier Paolo De Sanctis, Nocturno]

- “Una comicità che prima di sciogliersi in risata punta allo sconcerto, andando a pescare laddove il confine tra gioco linguistico e idiozia si fa molto molto labile.” [Graziano Graziani, Teatro e Critica]

DoppioSenso Unico: Compagnia teatrale fondata da Luca Ruocco e Ivan Talarico nel 1999. Attiva nell’ambiente romano, ha prodotto, tra gli altri, Viageatruà (2005), Le clamorose avventure di Mario Pappice e Pepé Papocchio (2008), La variante E.K. (2013), portandoli in scena anche fuori dalla capitale (Napoli, Milano, Biella, Ancona, Caserta, Bologna…). Lo stile del duo è improntato su una comicità grottesca e ricercata, sempre attenta al linguaggio ed ai giochi di parole così come al rapporto diretto e intimo con il pubblico. L’impianto scenico è semplice, costruito intorno a situazioni spiazzanti e surreali, dai ritmi veloci e dall’umorismo disarmante.

gU.F.O., uno spettacolo di e con Luca Ruocco e Ivan Talarico

Maschere dei gufi: Tiziana Tassinari

Scene: Fiammetta Mandich e Stefania Onofrio

Luci ed oggetti di scena: Stefania Onofrio

Quando: dal 20 al 23 marzo 2014 tutti i giorni alle 21.15 (domenica alle 17.45) lunedì riposo.

Dove: Teatro dell’Orologio Sala Gassman, via dei Filippini 17/a

Perché: Per non rimpiangerlo.

Prezzi: intero 10€, ridotto 8€ (tessera associativa 2€)

Info e prenotazioni: doppiosensounico@gmail.com, 328.9721666, 328.1586895

Web: www.doppiosensouni.com, facebook DoppioSenso Unico

Promo

)

Licenza Creative Commons Questo sito è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Hit counter by goldbetreview