INTERVISTA A ROBERTO ALBANESI & SIMONE CHIESA

Dopo un annetto bello carico e ricco di soddisfazioni per la folle truppa della New Old Story Film di Casalpusterlengo, siamo tornati a fare qualche domanduccia, per farci un po’ i fatti loro, ai due registi Roberto Albanesi & Simone Chiesa. Buona Lettura!

[Di Marinella Landi]

[NSG] – Ragazzuoli ben ritrovati! Il 2013 è stato per voi un anno ricco di progetti, collaborazioni e soddisfazioni, insomma, ‘na bellezza!  Qual’è il lavoro – o i lavori – di questo anno appena trascorso al quale siete più legati e perchè?

[R.A.] – Tutto ciò che abbiamo fatto quest’anno ci rende fieri ed orgogliosi, anche se, ovviamente, la cosa che svetta su tutte è il nostro adorato THE PYRAMID (lungometraggio ad episodi prodotto da Alex Visani e realizzato in collaborazione con lui, Antonio Zannone e Luca Alessandro). Il film è stato venduto in Giappone e Stati Uniti per la distribuzione in Dvd e Vod (oltre che per le televisioni via cavo), ha girato praticamente tutti i festival cinematografici del pianeta e ha riscosso un consenso unanime dalla critica. Davvero ‘na bellezza. Poi abbiamo lavorato come filmakers per Sky e il nostro ultimo corto “Happy Easter” ha vinto regia e sceneggiatura al “Reign of horror film festival 2013″. Un gran bell’anno sì.

[S.C.] – Decidere un lavoro in particolare è sempre difficilissimo! Personalmente mi sento di scegliere Happy Easter, per le forti emozioni che è riuscito a suscitare a varie persone. Per correttezza però è giusto sottolineare che il lavoro che finora ci ha  dato più soddisfazioni è stato sicuramente The Pyramid, che è quasi come un figlio per noi, e ci ha permesso di poter lavorare insieme a ragazzi talentuosi come Alex Visani, Antonio Zannone e Luca Alessandro. Un saluto ragazzi!

[NSG] – Alle porte ci sono Resident Evil Date Mortis e il corale 17 a Mezzanotte, parlatecene un po’ a ruota libera, senza però dilungarvi come se non ci fosse un domani…

[R.A.] – RESIDENT EVIL DATE MORTIS è un mediometraggio fan film ispirato alla saga di videogame della Capcom. Non ha nulla a che vedere con la saga “”Zombie vs Milla Jovovich” (che fa cagarissimo) e si discosta anche dalla serie di videogame… insomma, abbiamo preso una cosa nota e l’abbiamo indossata come volevamo noi. 17 A MEZZANOTTE è un lungo composto da 17 cortometraggi, realizzato da altrettanti registi. Il tema del tutto è l’orrore ed il limite di durata è di 6 minuti a corto. Noi ovviamente anche in questo caso ci siamo presi le nostre libertà e abbiamo fatto una cosetta diversa dal solito.

[S.C.] – Resident Evil Date Mortis è un Fan Film molto atipico. Abbiamo voluto raccontare una storia che fosse ambientata nell’universo Capcom ma che non seguisse necessariamente le storie dei personaggi celebri nella saga. Il nostro progetto racconta di un uomo semplice che deve ritrovare la figlia in pericolo.
17  a  Mezzanotte invece è stata un’esperienza molto divertente. Ci siamo seduti e abbiamo deciso di realizzare un piccolo corto senza imporci alcun limite dettato per esempio dall’Horror. E’ stato quasi come esorcizzare l’eccessiva seriosità di alcuni stereotipi del genere. Speriamo che piaccia… noi ci siamo divertiti molto a farlo!

[NSG] – A parte il porno dal quali tu, Roberto, trai la maggiore ispirazione, cosa vi ispira e vi porta a fare quello che fate?

[R.A.] – Ti ringrazio Mari per aver aggiunto questa doverosa precisazione.
Bè, aldilà della pornografia ritengo che la più grande ispirazione (parlo per me e non per il mio collega Chiesa) sia l’ispirazione stessa. Ogni volta che il mio cervello (già folle di suo) viene fulminato da un’idea valida, allora la mia missione è quella di realizzarla a tutti i costi. Oltre questo mi ispiro anche agli anni 80, a Bruce Springsteen, a Rocketeer e al mio odio verso quegli ammassi di mer#a che rispondono al nome di “Linkin Park”.

[S.C.] – Per me, Simone Chiesa, la maggiore ispirazione giunge sempre dalla marea di stupidate che ci vengono propinate in continuazione. Certe volte mi chiedo se esiste una via d’uscita da questa mediocrità, e per reazione mi butto a capofitto nei progetti targati New Old Story. Fortunatamente esistoni ancora autori capaci di emozionare in maniera sincera lo spettatore, senza seguire necessariamente le mode o il Dio denaro.

[NSG] – Un soldino per un pensiero bello e uno brutto, a caso, decidete voi… ovviamente rimanendo in tema!

[R.A.] – Sempre più gente vive incollata ai cellulari di ultima generazione (I-phone su tutti) e al computer, e sempre meno gente vive il mondo reale ed una bella VERA chiacchierata fra esseri umani… DAL VIVO.
Andando avanti di questo passo vivremo in una società anti-sociale. BELLA MERDA! (Questa era la risposta fuori tema).
(La risposta a tema è quella che segue).
Un pensierino bello va a tutti i cineasti italiani senza un soldo che ancora ci credono. Un pensiero brutto lo rivolgo alla mia Sara che un giorno mi ha detto di non aver mai visto “TANGO E CASH”! Per penitenza l’ho obbligata a vedere “LE STREGHE DI SALEM” ben due volte. Una volta in fin di vita, l’ho finita colpendola con un libro di Fabio Volo.

[S.C.] – Il pensiero bello va ad alcuni colleghi indipendenti che lottano tutti i giorni per emergere dal panorama indipendente. La maggior parte di loro se lo merita. Un pensiero brutto invece va alla nuova generazione di comici che inondano le sale in questo periodo. Credo che mai si era toccato così tanto il fondo…

[NSG] – Come avete salutato l’anno vecchio – sesso, droga e rock’n'roll a parte – e quali saranno i buoni propositi, che non verranno rispettati come tutti i buoni propositi, ai quali vi siete votati?

[R.A.] – A Capodanno siamo andati come da tradizione a farci una mangiata nelle valli piacentine. Abbiamo trascorso tutto il veglione mangiando come bestie e condividendo l’attesa del 2014 con Franco, un signore over 60 conosciuto al ristorante che cercava in tutti i modi di beccare figa. I buoni propositi per l’anno nuovo fondamentalmente sono due.
1 – Quest’anno vogliamo realizzare il nostro primo lungometraggio targato NEW OLD STORY FILM CASALPUSTERLENGO. La sceneggiatura è già pronta e stiamo cercando i fondi per poterla portare sul grande schermo.
2 – Smettere di fumare.  Il punto 1 è fattibile…  il 2 è IRREALIZZABILE!

[S.C.] – L’anno vecchio lo abbiamo salutato all’insegna del liscio e di Romagna Mia! E i buoni propositi… sono sempre gli stessi… Vivere di questo lavoro!

[NSG] – Tirando un po’ le somme e tornando sempre indietro di un anno, dei vostri colleghi, quali sono state le opere che avete apprezzato maggiormente e quelle che invece vi hanno deluso e perchè?

[R.A.] – Ho visto in proiezione privata I REC YOU di Federico Sfascia e non solo mi è sembrato il miglior lungo indipendente italiano che abbia mai visto, in più ha dato vita ad una grande amicizia fra il sottoscritto e Fede, che ritengo un vero e proprio talento da scoprire a tutti i costi. In contrapposizione a questo, ho purtroppo visto TULPA di Federico Zampaglione. Mi limito a citare Antonio Conte per definire il film del Rob Zombie nostrano (si vabbè) “AGGHIACCIANTE!”.

[S.C.] – Nel panorama indipendente una delle opere che mi ha colpito positivamente è stata I REC U di Federico Sfascia. Un lungometraggio davvero bellissimo e sincero! Nel circuito mainstream invece il mio oscar va alla Grande bellezza di Sorrentino…e non credo serva aggiungere altro!
Sono rimasto molto deluso invece da “Le Streghe di Salem” di Rob Zombie, che ho trovato parecchio sconclusionato. Peccato!

[NSG] – Qual’è la cosa che più amate del vostro lavoro e quella che invece meno vi piace?

[R.A.] – Passare del gran bel tempo fra amici e nuove conoscenze per lavorare tutti assieme ad un unico scopo. Tutto ciò è fantastico.
La cosa che detesto di più di questo lavoro è quando si lavora con attrici cagne.

[S.C.] – Quella che amo di più sicuramente è quel momento, e c’è sempre in ogni progetto, in cui realizzi che stai realizzando “Qualcosa” di tuo. Che ha una personalità ben definita. Quella è davvero un bellissimo momento.
Ovviamente il rovescio della medaglia c’è sempre… come il venire a compromessi con qualsiasi cosa,  vuoi per il budget, vuoi per limitazioni tecniche o per una serie infinita di altre motivazioni!

[NSG] – Un pensiero aperto per i lettori di NonSoloG0r3.

[R.A.] – Siate sempre voi stessi in tutto ciò che fate o dite e soprattutto non ascoltate i Linkin Park che fanno ca##re! E mettete un pò giù quei fottuti cellulari per godervi il Mondo… quello reale!

[S.C.] – Divertitievi e sostenete le cose belle. Qualunque esse siano!

Licenza Creative Commons Questo sito è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Hit counter by goldbetreview