“HAPPY DAYS MOTEL” DI FRANCESCA STAASCH

Oggi vi segnalo “Happy Days Motel“, opera prima della regista Francesca Staasch, che ha curato anche la sceneggiatura insieme a Daniele Malavolta. Il film, prodotto dalla Blue Film e da Fourlab, è stato realizzato per il progetto Web Movies di Rai Cinema e sarà distribuito sul web attraverso diverse piattaforme. Al momento e fino al 15 di Giugno sarà disponibile gratuitamente su Cubovision (clicca qui per il link al film), sul quale non serve la registrazione.

Di seguito il trailer e il comunicato ufficiale

Comunicato ufficiale: Happy Days Motel è insieme un road movie, un noir contemporaneo e una commedia acida e surreale. Racconta il grottesco e sconclusionato viaggio di un uomo normale, Balti (Lino Guanciale, Il Gioiellino, La prima linea, in tv Una grande famiglia, Che Dio Ci Aiuti 2) – uno che dalla vita non si aspetta altro che di essere lasciato dove sta – in una dimensione popolata di personaggi ai limiti: Laura (Valeria Cavalli, Gianni e le donne, Mario, Maria e Mario, in tv Un Posto Al Sole ) ha perso sua figlia dopo 7 anni di coma e da allora vaga senza meta, fino a fermarsi e ad insediarsi sul dondolo del motel. Dustin (Luigi Iacuzio, Pater Familias, Una notte) è un meccanico autolesionista che arrotonda facendo il gigolò ma con un approccio estremamente professionale, quasi medico, e una casistica di clienti soddisfatte al 100% grazie al suo infallibile questionario. Lupo (Luciano Curreli, Beket, Uno Bianca) e Candy (Valeria Belardelli, per la prima volta sullo schermo) sono un’improbabile coppia di innamorati platonici, lui cinquantenne tossicodipendente, un tempo conosciuto in quanto testimonial di una nota marca di biscotti, lei invece è una liceale maniaco-compulsiva, che passa il suo tempo ad allineare le lattine negli scaffali dei supermercati. L’arrivo di Balti al motel del titolo scatena una reazione a catena che obbligherà ognuno dei personaggi a confrontarsi con i propri desideri più profondi.

La sceneggiatura del film, scritta da Francesca Staasch e Daniele Malavolta, è stata finalista al concorso internazionale del RIFF Rome Indipendent Film Festival 2009 e ha ottenuto la menzione speciale al Sonar Script Festival 2009. Il film è prodotto da Bruno Tribbioli e Alessandro Bonifazi. È il terzo lungometraggio prodotto dalla società romana in Sardegna dopo “Beket” e “La Leggenda di Kaspar Hauser”.

La regista Francesca Staasch si è diplomata nel 1997 in “Art e Technique of Film-making” alla London International Film School di Londra, è stata artista residente alla Cité Internationale Des Arts a Parigi, ha studiato con Robert McKee, Abbas Kiarostami, Stefano Benni, Dario Fo, Ken Dancyger. Nel 2003 ha partecipato al Talent Campus di Berlino. Dal 2002 lavora come autrice, video-maker e regista teatrale. Ha al suo attivo 32 regie di spettacoli teatrali e mise en espace e  15 regie di cortometraggi di finzione.

Nel cast, oltre ai protagonisti Lino Guanciale, Valeria Cavalli, Luigi Iacuzio, Luciano Curreli, Valeria Belardelli, anche Lino Musella, Simeone Latini, Massimiliano Medda, Lea Gramsdorff, Cristina Pellegrino, Marco Lampis, Antonio Tintis.

Licenza Creative Commons Questo sito è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Hit counter by goldbetreview