RECENSIONE “LAST BLOOD”

[Di Paolo Delmarco]

In questo cortometraggio del 2003 ad opera dei Licaoni – recentemente rimaneggiato per la diffusione sul web, che per inciso ha partecipato ed entusiasmato in diversi festival quali : Fike 2007 Evora (Portogallo), Scotland’s Internatonal Horror Film Festival Edimburgo (Scozia), IX Milano Film Festival – troviamo tutte le potenzialità di un’idea vincente, realizzata con grande capacità ed una quantità notevole di passione. Istantaneamente saremo immersi in una realtà post apocalittica in stato avanzato, ovvero con ambientazione prevalentemente selvaggia, avvolti in una boscaglia con qualche scorcio di antico rudere, ma la cosa che davvero colpisce è l’immediato coinvolgimento in una sorta di lotta per la supremazia tra il nostro protagonista, l’incredibile Alex Lucchesi, bardato di tutto punto con arco, frecce e coltello al seguito, che ci coinvolge ed appassiona con le sue doti di arciere e lottatore corpo a corpo, contro una strana razza di creature un po’ vampire un po’ mutanti cannibali, che appassiona e colpisce per l’efferatezza, il dinamismo e la naturalezza. I mostri si presentano davvero ben caratterizzati nell’abbigliamento e nel modo selvaggio di atteggiarsi e con un gran bel trucco a cura della CreaFX.

Dall’iniziale scontro multiplo contro più creature ci renderemo conto che vi dovrà essere una resa dei conti, passando prima però da un momento quasi introspettivo dove vedremo il protagonista che si intratterrà per le doverose manutenzioni, accompagnato da un probabile souvenir di una realtà ormai lontana che probabilmente in qualche modo lo aiuta e lo consola facendolo sentire meno solo. Quando invece giungerà la resa dei conti con quello che sembra il più duro dei suoi nemici, la lotta assumerà toni epici che prediligerà un vero e proprio scontro ravvicinato sporco, spietato (che per certi versi mi ha ricordato anche le lotte di Ash ne L’armata delle tenebre, ma con meno ironia) e all’ ultimo sangue con un finale decisamente d’effetto. Doverosa menzione all’eccezionale credit track dei Deadly Tide, davvero notevole.

Licenza Creative Commons Questo sito è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Hit counter by goldbetreview