INTERVISTA AD ALBERTO BOGO E ANDREA LIONETTI

[Di Marinella Landi]

Oggi a parlarci del nuovo film a base di sangue e tanto metal “Extreme Jukebox”, del quale vi abbiamo già anticipato qualcosa, il regista Alberto Bogo e lo sceneggiatore/produttore Andrea Lionetti che ringrazio per la disponibilità e ai quali facciamo un grosso e potente in bocca al lupo!

Buona lettura!

[NSG] – Ciao ragazzi, parliamo subito del film al quale state attualmente lavorando, che ci potete dire a riguardo, come nasce Extreme Jukebox?

[A.B.]La passione per la musica metal e rock è sempre stata un forte collante tra me ed Andrea… In origine dovevamo fare un film di fantascienza, ma poi ci siamo detti: perché non scriviamo riguardo ciò che conosciamo meglio…Così è nato Extreme JukeBox!

[NSG] – Il film sarà ambientato nel mondo del Metal, uno scenario che, oltre a riportarci in un qualche modo al capolavoro, uno dei film più noti e amati dai cultori, di Charles Martin Smith “Trick or Treat”, conosciuto come “Morte a 33 giri” in italiano, risulta anche alquanto anomalo per noi, e anche e volendo un po’ per tutto il panorama di genere attuale, dove difficilmente si tocca tale ambientazione. Cosa vi ha spinto a prendere questa direzione?

[A.B.]L’idea di essere gli unici in Italia ad avere intrapreso questo percorso ci rende orgogliosi a priori; il connubio horror metal è un terreno fertile ricco di potenzialità ancora da esplorare… In questo film ci abbiamo messo un sacco di cose, ed abbiamo tanto di quel materiale che potenzialmente potremmo realizzare altre due sequel…

[NSG] – Il film toccherà diversi generi, ma di base si tratterà del celeberrimo slasher movie, un ritorno agli anni in cui l’horror era sano, faceva paura e divertiva anche, quasi come una sorta di omaggio, è così?

[A.B.]Io e Andrea facciamo parte di quel folto gruppo di nostalgici che desidera fortemente un ritorno dell’horror viscerale, forse un pò casereccio ma ispirato, autentico, fatto con effetti speciali rigorosamente artigianali. Naturalmente mi ritengo un grande appassionato di slasher, anche se Extreme JukeBox è un film che avrà tante anime, nel senso che cercherà di trovare un equilibrio dove possano coesistere diversi umori e più di un sottotesto.

[NSG] – Quali pensate che  saranno i punti forti di “Extreme Jukebox”?

[A.L.]Il cast estremamente eterogeneo e ricco di partecipazioni originali, una trama bizzarra e densa di citazioni legate al mondo della musica rock e metal, una serie di omicidi piuttosto stravaganti che metaforizzano la frustrazione sessuale degli autori e quindi anche la presenza logica ma non scontata di varie bellezze femminili. Infine, ingenuità e pretestuosità varie da fare dei punti di forza del film anche i suoi stessi punti deboli!

[NSG] – In un contesto del genere viene automatico dedicare una domanda a quella che sarà la colonna sonora, per la quale ci avete anticipato che state lavorando per mettere insieme le migliori band metal di casa nostra e non solo, possiamo avere qualche nome in anteprima di coloro che contribuiranno a potenziare questa pellicola?

[A.L.]Possiamo dirVi, per ora, solo quelle che compariranno nel film… Due nomi storici del metal Italiano come Sadist e Domine, i Deadly Tide, pazzesca band glam metal che sarà anche quella che accompagnerà il protagonista del film Alessio Cherubini e Pino Scotto che sarà presente nella colonna sonora con un bellissimo brano dei suoi Fire Trails! Appena potremmo sbilanciarci di più vi prometto che sarete i primi a conoscere gli altri nomi!!!

[NSG] – Anche se attualmente è forse un po’ presto, il film avrà una regolare distribuzione?

[A.L.]Quello che sta gestendo i contatti per una possibile distribuzione è Alberto; per quanto mi riguarda, mi piacerebbe, almeno per il prossimo 25 Dicembre, distribuirlo in bicicletta a random, lasciando i blu-ray direttamente nelle cassette delle poste.

Licenza Creative Commons Questo sito è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Hit counter by goldbetreview