ANDREA GIOMARO

Andrea Giomaro (1974) marchigiano, anche lui, fin da piccolo, dimostra curiosità e passione per il fantastico, sia nel campo del cinema che in generale, e sono proprio due i film dai quali rimane colpito e che lo indirizzeranno sulla strada poi scelta: Terminator e Ghostbusters. A 13 anni, dopo il fascino subito da questi due titoli, partecipa al concorso “Disegna la creatura fantastica dei tuoi sogni” ideato da Carlo Rambaldi. Successivamente comincia la sua “sperimentazione” di diverse tecniche e materiali per effetti speciali, girando diversi cortometraggi in vhs e in pellicola. Dopo il diploma e due anni di ingegneria, si iscrive all’Accademia Europea degli Effetti Speciali diretta da Carlo Rambadi e da quaesto punto in poi, quello che era solo un hobby, diventa professione.

Diviene insegnante presso la Scuola d’Arte di Terni e fonda la Società  Logical Art, dalla quale, dopo qualche anno, si staccherà.

Alcuni lavori realizzati con la Logical Art:

- “Rosso Fango” – vincitore del David di Donatello

- “La vita dei Santi” – con Sofia Loren e Sabrina Ferilli

- “Mari del sud” – con Diego Abatantuono

- “Aida” – di Franco Zeffirelli

- “Il Graal” – di G. Patroni Griffi

- “Red Riding Hood” – di Ovidio Assonits col quale vince il premio come migliori effetti speciali al Fantafestival di Roma.

Il percorso lavorativo di Andrea Giomaro, dopo aver lasciato la società,  lo vede collaborare a numerosi film, trasmisioni TV e spettacoli teatrali, vincendo diversi premi, e cimentarsi anche nella regia di cortometraggi e videoclip.

Apprezzato, viene chiamato a collaborare in ambito pubblicitario, realizzando svariati spot e campagne fotografiche di marchi importanti tra i quali: Lancia Y (Con Stefano gabbana), Alfa Romeo, Fiat Bravo, Mitsubishi, MTV, Mc Donalds, Vodafone, Tiscali, Eni, Sky, Muller, Mulino Bianco, BNL e Vogue. 

Per due anni consecutivi cura gli effetti speciali di trucco per la trasmissione televisiva “Quelli che il calcio”, condotta da Simona Ventura, mentre nel 2011 quelli per la trasmissione televisiva “L’anno che verrà”, condotta da Carlo Conti.

Sempre nel 2011 si ritrova professionalmente coinvolto, in un’esperienza molto significativa, sul set di “Prometheus” del regista Ridley Scott (sto male!) per curare alcuni effetti speciali dedicati allo Space jockey.

Il 2011 lo vede anche collaborare con artisti come Cattelan, Redman e Cavallerin per la realizzazione di diverse installazioni e scatti fotografici.

Le realizzazioni di Andrea Giomaro vengono anche impiegate nel campo dell’intrattenimento all’interno di parchi a tema e diverse di queste creazioni stanno tutt’ora lavorando a: Mirabilandia, Gardaland, Copenhagen, Dubai, e al recentissimo “Rainbow Magicland” di Roma. (alcune di queste realizzazioni sono state effettuate insieme al collega Carlo Diamantini).

Andrea Giomaro, nel corso degli anni, ha anche diretto svariati cortometraggi e il video “Emerald Sword Saga” per la rock band Rhapsody, vendendo oltre 30.000 copie.

Un lavoro legato alla regia che gli sta dando parecchie soddisfazioni è il cortometraggio “Betania 1.0″, proiettato anche a Pompidou (Museo d’Arte Moderna di Parigi). Questo corto ha fatto il giro di più di 40 Festival internazionali portandosi a casa parecchi riconoscimenti, sia per gli effetti speciali che per la regia.

Altri lavori come regista:

2008 – “Marche: imagine your film” – corto/spot per Marche Film Commission, proiettato nei più importanti Festival internazionali tra cui: Venezia, Berlino  Cannes.

2010 – “La costruzione del potere” – documentario creato in collaborazione con il Maestro Enrico Secchiaroli, con neri Marcorè.

Nel 2011 crea, insieme a Francesco Uguccioni, il collettivo “Humus”, per iniziare un percorso artistico che lo vedrà esporre diverse opere nelle piazze di tutta Italia.

Attualmente sta lavorando anche ad un documentario sull’architetto Vitruvio.

Official Web Site

Alcune delle sue realizzazioni:

 

 

 

 

 

Licenza Creative Commons Questo sito è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Hit counter by goldbetreview