ANDREA CAVALETTO

Nato a Castellamonte (TO) il 23 luglio 1976, Andrea Cavaletto, subito dopo la maturità scientifica, inizia la sua carriera artistica realizzando illustrazioni in b/n per la rivista Gdr “Rune”.

Dopo un crescendo di collaborazioni sempre più importanti (tra gli altri si segnala l’autoproduzione del fumetto “GROUND” (1999) con interventi degli scrittori Warren Ellis, Joe R.Lansdale e i contributi di Massimiliano Frezzato (I CUSTODI DEL MASER) e Luigi Piccato (DYLAN DOG)), Cavaletto fa il suo ingresso nel cinema curando l’adattamento e la sceneggiatura de “IL PROIEZIONISTA” (2007) tratto dal proprio fumetto “Lucio Fulci, poeta del macabro”. Sempre nel 2007 inizia la sua collaborazione con il Cile i cui frutti sono: DEPARTYD (2007), tratto da una breve storia a fumetti dello stesso Andrea, l’”estremo” DIRTY LOVE (2008), presentato al prestigioso festival di STIGES (2009) e premiato al TOHorror Film Festival di Torino (TO), lo sperimentale LA CREACION e il fumettone pulp TORO LOCO (2010).

Sempre del 2010 è “UNDEAD MEN” degli italianissimi Alessia di Giovanni e Daniele Statella che mescola lo spaghetti-western con zombi di ultima generazione e la collaborazione con un regista che i lettori di NSG hanno imparato a conoscere molto bene, ovvero Domiziano Cristopharo.

Andrea Cavaletto ha dato il suo contributo per HYDE’S SECRET NIGHTMARE (2010), BELLEROFONTE (2011) e MAELZEL’S CHEES PLAYER (2011), episodio del film collettivo P.O.E. Poetry of Eerie.

Tra le sue esperienze professionali più importanti (e che sono solo alcune di un altrimenti lungo e ricco c.v.), spiccano, senza dubbio, quelle come sceneggiatore di DYLAN DOG, MARTIN MYSTERE e quelle americane con la pubblicazione della graphic novel THE WORLDHOUSE.

Dal 1998 è inoltre impiegato presso l’azienda Seven, leader nazionale nel settore scuola in qualità di Graphic Designer, per la quale ha realizzato svariati progetti su personaggi e brands di successo, da DRAGONBALL ai TRANSFORMERS.

Andrea Cavaletto è, infine, un artista in grado di passare con grande facilità dal fumetto (sua primigenia passione coltivata sin dall’età di 4-5 anni) al cinema, senza per questo perdere in qualità o stile e le cui opere (in entrambi i campi) hanno ricevuto riconoscimenti nelle principali manifestazioni di settore. Ulteriori approfondimenti sul suo conto li potete trovare visitando il suo sito personale

Official Web Site

Licenza Creative Commons Questo sito è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Hit counter by goldbetreview