RECENSIONE “BEAUTY FULL BEAST”

[Di Marinella Landi]

Beauty Full Beast è il primo lungometraggio di Federico Sfascia, regista e disegnatore di fumetti, impegnato attualmente con I.O.U. – I Rec You, all’interno del quale sarà presente, con un cameo, anche il grande Terry Gillian. Il film, del 2007, è una favola nera, una rivisitazione divertente e in salsa horror/demenziale de “La bella e la bestia” e anche de “La bella addormentata”. Sfascia, con uno stile che abbraccia gli anni 80′, ha creato un contesto nostalgico all’interno del quale, risulta facile ed immediato immergersi, con un sorriso e una lacrimuccia…  per qualcuno, anche chiedersi cosa si stia guardando probabilmente…

Tecnicamente il film, girato in vhs con l’audio preso con il microfono della telecamera, presenta dei difetti, più volte sottolineati dallo stesso regista, che si ritrova a definirlo “Non   professionale..ecc..ecc”. E di imperfezioni ce ne sono, ma questo film strega! E stregano anche le creature realizzate artigianalmente.

La trama racconta di Frank, un ragazzo fissato con la bellezza, l’igiene e i profumi, che chiede alla sua ragazza Rosa di sposarlo, e dopo 5 anni di storia, chiede anche di poter conoscere la sua famiglia. Inizialmente lei non sembra essere entusiasta della cosa, ma alla fine accetta, assicurandosi che lui rispetti delle semplicissime regole: non tagliare per il bosco e non suonare il campanello. Ovviamente Frank farà tutto il contrario di quanto chiesto e si ritroverà al cospetto di una famiglia molto particolare, credendo si tratti proprio della famiglia di Rosa.
Sarà l’equivoco che porterà Frank ad assistere ed essere protagonista di uno spettacolo decisamente ambiguo e molto divertente, dove non mancheranno, insieme ai mostri e alle atmosfere ovattate, una buona dose di sangue e pezzi di corpi ad imbrattare i muri della strana abitazione.

Non si grida al capolavoro, obiettivamente non si può, ma questo film, se da una parte può non essere apprezzato e/o esaltato da un lato tecnico, dall’altro, si apprezza e colpisce per un sacco di altre ragioni. E’ un film bizzarro con personaggi bizzarri. E’ originale, fluido, divertente e di un impatto scenico notevole. Beauty Full Beast, sotto questo aspetto, lo si può vedere come un lungo videoclip.

In questo caso, anche se a volte può essere un’arma a doppio taglio, sarebbe parecchio interessante vedere cosa succederebbe con un budget a disposizione…e chissà, forse il nuovo I.O.U riaprirà delle porte chiuse da tempo, di uno stile ormai abbandonato, anche se dubito, purtroppo, che sarà qui da noi…

Licenza Creative Commons Questo sito è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Hit counter by goldbetreview