INTERVISTA A LUCA BONI & MARCO RISTORI

 [Di Marinella Landi]

Con grande piacere vi proponiamo l’intervista alla quale si sono sottoposti, tra uno zombie  l’altro, il duo Boni/Ristori, registi del precedente Eaters e del prossimo Zombie Massacre nel quale sono immersi e, proprio per questo, un ringraziamento ulteriore per la disponibilità che hanno comunque dimostrato. Buona lettura!

[NSG] – Ciao ragazzi, partiamo con Eaters che prende spunto si può dire, dal cortometraggio “I mangiatori”, come si è sviluppato in realtà negli anni fino a diventare quello che è, qual’è stato il suo percorso?

[L.&M.] – Nel 2007 dopo molti videoclip abbiamo deciso di provare una strada differente , Eaters inizialmente nacque come piccolo teaser che mettemmo online per presentare il progetto, dovettero poi passare altri 3 anni di duro lavoro prima di poter iniziare le riprese.

[NSG] – Come siete arrivati a Uwe Boll, che pare essere stato l’unico seriamente interessato al vostro zombie movie?

[L.&M.] – Uwe Boll rispose semplicemente ad una nostra mail, dicendosi interessato al progetto ma che avremmo dovuto lavorare ad un teaser più professionale, in modo da poter attirare l’attenzione dei suoi compratori.
Per questo motivo abbiamo prodotto un secondo teaser ,che fortunatamente ha convinto Boll al cento per cento e ci ha permesso di avere la sicurezza di una distribuzione su larga scala.
Cosa fondamentale per prodotti indipendenti come Eaters, che senza una distribuzione non li guarderebbe nessuno.

[NSG] – Eaters è decisamente un buon prodotto anche se non c’è chi manca di parlarne male o peggio ancora evitarlo, mossi dai soliti pregiudizi che non risparmiano nemmeno Boll che non è visto molto bene nonostante abbia fatto anche dei buoni lavori. Cosa pensate di questa corrente – riduttiva – di pensiero?

[L.&M.] – E’ assolutamente normale che un film abbia i suoi sostenitori e i suoi detrattori, questo vuol dire che il film è stato visto da molte persone, ed è un bene.
Siamo consapevoli dei limiti della nostra produzione e quando le critiche sono costruttive prendiamo nota per il futuro.
Per quanto riguarda i meri pregiudizi, lasciamo parlare gli altri, siamo gente che lavora e non abbiamo tempo da perdere.

[NSG] – E quanto ha influito sul film, secondo voi?

[L.&M] – Eaters gode di una distribuzione su scala mondiale, a noi basta e avanza.

[NSG] – Il film, che in questo caso non è prodotto da Boll che ne ha curato la distribuzione, ma da voi, insieme ad altri che ci hanno creduto, è buono, molto buono anche a livello di trucco dei non morti, di fotografia e anche nella scelta delle musiche, quanto è stato difficile realizzarlo, voglio dire, non credo sia stata proprio una passeggiata?  

[L.&M] – Hai detto bene, soprattutto quando la produzione è ULTRA low budget le difficoltà si moltiplicano in modo esponenziale.
Se il film in qualche modo ha raggiunto un buon risultato è solamente grazie a tutti quelli che hanno riposto fiducia nel progetto e hanno lavorato senza sosta per portarlo a termine.
Vorremmo evitare la solita noiosa sequela di nomi da ringraziare, invitando i lettori a visitare il sito del film e consultare la sezione cast and crew.
Tutti questi professionisti sono contattabili tramite facebook, molti di loro sono ormai parte integrate del nostro gruppo di lavoro, senza di loro non ci sarebbe futuro!

[NSG] – L’impegno e la passione, contando i mezzi, non si può certo dire che siano mancati e i risultati finali evidenziano una buona mano di entrambi, com’è stato lavorare insieme a questo grosso progetto?

[L.&M] – Ci siamo approcciati al progetto in modo molto naturale, lavoriamo insieme da molti anni e non è stato assolutamente difficile trovare la sintonia giusta per portare a termine il film. Abbiamo gusti molto simili e per questo non perdiamo tempo in discussioni inutili!

[NSG] - Dove avete girato Eaters e come sono state scelte le location, per altro molto adeguate e di resa a mio avviso?

[L.&M] – Eaters è stato girato tra il Veneto e la Toscana.
Gli interni della base di Igor e Alan sono stati girati a Rovigo, all’interno di una fabbrica in disuso di proprietà del nostro co produttore Filippo Corradin, che ha per altro ospitato  la troupe per tutta la fase iniziale delle riprese.
Per il resto in fase di pre produzione abbiamo impiegato mesi per trovare i posti giusti in giro per la Toscana.
Non si direbbe ma è una regione che nasconde un sacco di archeologia industriale, posti che vista la natura post apocalittica del film si sposavano perfettamente con la sceneggiatura.
E’ stato davvero difficile ottenere i permessi per le riprese, non potevamo permetterci un location scouting e abbiamo fatto tutto in due, l’ultima location l’abbiamo trovata poco prima dell’inizio delle riprese.
Un incubo!

[NSG] – Quello che volevate per questo film è stato raggiunto secondo voi, anche e soprattutto a livello personale?

[L.&M] – Siamo consapevoli dei limiti di Eaters, il film soffre di molte ingenuità che potevano essere evitate in alcuni casi e in altri forzate da una povertà di mezzi quasi imbarazzante. Tuttavia siamo molto contenti del risultato, tecnicamente tutti hanno fatto e dato il massimo e soprattutto siamo riusciti a vedere il film distribuito in tutto il mondo.

Sul piano personale ci sentiamo completamente realizzati, Eaters sta andando  molto bene e grazie ai suoi risultati siamo riusciti a trovare la produzione per realizzare il prossimo. Abbiamo costruito un rapporto di fiducia con i nostri agenti e stiamo cercando di sfruttare al massimo le opportunità che si sono aperte proprio grazie al nostro primo film.

[NSG] - Bene, ora mi sposterei sul vostro attuale – e già sulla bocca di tutti – progetto Zombie Massacre, che vede già una buona schiera di curiosi, appassionati e scettici, che non mancano mai, in grande fermento. Per chi non ne è al corrente, come nasce questa nuova regia voluta dallo stesso Boll che questa volta sarà anche il produttore?

[L.&M] – Uwe Boll ci ha proposto il progetto di punto in bianco, dicendo che aveva in mano i diritti del  videogioco e che avremmo potuto portare avanti noi il lavoro, realizzando il film. Da li a poco ci siamo trovati a lavorare alla sceneggiatura, ( aiutati tra l’altro da Guglielmo Favilla ), che abbiamo scritto seguendo il plot del Videogioco, spogliandolo degli aspetti più fumettistici e optando verso un impostazione più action / militare.
La sceneggiatura è piaciuta ed è stata approvata, il passo successivo è stato il Teaser che è servito alla Boll AG per convincere i compratori all’AFM di Los Angeles e a trovarci così i soldi per iniziare.

[NSG] – Abbiamo già la possibilità di vedere alcuni backstage del lavoro che avete cominciato, tra i quali anche il trucco che scusate, è straordinario, curato dalla mano esperta – e si vede -  già presente in Eaters ( dove sono state presenti altre mani esperte ) di Carlo Diamantini, cosa pensate del lavoro svolto fino ad ora, che può sembrare poco, ma credo abbia dietro parecchie ore e sforzi da parte di tutte le persone coinvolte?

[L.&M] – Il lavoro di trucco per il Teaser è stato eccezionale, quando Carlo ci presentò la scultura finale non volevamo credere ai nostri occhi. Fin da bambini avevamo desiderato un trucco del genere!
Carlo, insieme a David,  ci sono stati davvero vicini durate la lavorazione di Eaters, dando il massimo con quel poco che avevamo a disposizione, abbiamo paura per quello che riusciranno a fare stavolta, le prove di scultura e di trucco che Carlo Diamantini ci sta mostrando sono incredibili.

In ZM ci saranno umani deformati dalle radiazioni , che riprendono vita, quindi aspettatevi di tutto. Sarà un orgasmo per i fanatici del trucco prostetico!

[NSG] – Come siete proiettati per questo nuovo film, quali sono le aspettative rispetto al precedente?

[L.&M] – ZM sarà un film completamente diverso, per prima cosa ora abbiamo un budget , che non è cosa da poco.
Rispetto a Eaters, ZM avrà molta più azione, molte più esplosioni e molti più mostri, da qui potete evincere la natura autoriale del progetto!
Puntiamo ad un film più grande, dove poter fare tutto quello che non siamo riusciti a fare nel precedente. E non sappiamo se sia effettivamente un bene.

Il cast sarà composto da attori Americani ed Inglesi ( confermati per ora Tara Cardinal , Christian Boeving , Brett wagner e Gerry Shanahan ) ed è già stato prevenduto ad importanti distributori come E-ONE in numerosi paesi.
Inoltre il progetto dovrebbe completarsi con un fumetto e, ovviamente , con il videogioco, che dal punto di vista promozionale giocano un ruolo molto importante.

[NSG] - Avete deciso di mantenere alcuni dei personaggi di Eaters per questo ZM?

[L.&M] – No, la storia è completamente diversa, ZM si svolge ai giorni nostri, Eaters in un mondo ormai consumato da anni dall’infezione.
Tuttavia sarà costellato da numerosi cameo , i più attenti se ne accorgeranno.

[NSG] – Credete che con questo film la possibilità di vederlo in sala qui in Italia sarà più tangibile o come al solito sarà una speranza infranta sul nascere per noi appassionati e credo anche per voi in un certo senso?

[L.&M] – Non è detto, speriamo di poter trovare accordi interessanti anche qui da noi.

[NSG] – Forse è presto, ma indicativamente quando sarà pronto ZM?

[L.&M] – Abbiamo firmato per dicembre 2012!
Quindi indicativamente sarà distribuito durante il corso del 2013.

[NSG] - Ragazzi, a nome mio e dei collaboratori di Non solo G0r3 vi ringrazio nuovamente per la disponibilità e vi faccio un grosso e sentito in bocca al lupo per tutto!!

[L.&M] – Grazie a voi! Ne approfittiamo per salutare un nostro caro amico che vi legge sempre: ciao Aldo Roller!

Licenza Creative Commons Questo sito è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Hit counter by goldbetreview