RECENSIONE “108.1 FM RADIO”

[Di Stefano Cavalli]

 

Un automobilista, un programma radiofonico. Un viaggio notturno in un crescendo di sospetti e paranoie. Questa in estrema sintesi (come riferito dalla sinossi ufficiale) la trama del terzo cortometraggio dei Capasso Brothers (Angelo e Giuseppe) che già avevano ricevuto premi e apprezzamenti per i precedenti “L’occhio” (2007) e “Terrible Truth” (2010), nominato ai Nastri d’Argento 2010.

Una storia quella del corto che i più attenti non possono che accostare a quella del cult movie, anni 80′, “The Hitcher” con Rutger Hauer. Un riferimento tutt’altro che avulso nella mente dei due fratelli che, al contrario, ne fanno nume tutelare, tanto che anche la stessa stazione radio del titolo trasmette un gioco a premi (dove si vince chiaramente una tanica di benzina) in cui la risposta è proprio il film diretto da Robert Harmon.

Ovvio che il confronto corra subito all’originale e soprattutto ai suoi interpreti, ma i nostri Dario Biancone e Fabrizio Monaldi sono tutt’altro che male anche se con qualche eccesso manieristico di troppo. Va poi dato merito alla sceneggiatura (firmata dai Capasso con Lorenzo Cammisa) che riesce a sintetizzare in maniera efficace la “situazione” e a sfumare abilmente i due personaggi. Certo che una bella versione lunga (spurgata dagli eccessivi ammiccamenti) non sarebbe per niente una cattiva idea.

Licenza Creative Commons Questo sito è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Hit counter by goldbetreview