INTERVISTA A DANIELE BALCONI

Intervista per Non solo G0r3 a Daniele Balconi, interpreta di Lupo nel film “Lupo della notte”.

[M.L.] – Ciao Daniele, grazie per esserti prestato! Per cominciare, parlaci un po’ di te, chi è Daniele Balconi?

[D.B.] – Buongiorno a voi e a tutti quelli che seguono Non Solo G0r3…è un piacere per me… Daniele Balconi è un giovane stuntman, attore, campione di kung fu e personal trainer, che fin da quando era bambino guardava film d’azione, in particolare quelli in cui erano presenti molte scene di combattimento, e sognava appunto di interpretare il classico attore che mena tutti quanti a scopo di bene.
Mi ritengo umile, ma pieno di pretese, e ho tanta, tanta ma tanta voglia di imparare dai migliori. Perchè di imparare, si sa, non si finisce mai.

[M.L.] – Sei giovanissimo quando, nel 2008, fondi insieme a Fabio Branca la “Flying Without Fear” ( Martial arts, Stunt, Action Team), cosa puoi dirci a riguardo, cosa ti ha spinto, oltre la passione per le discipline ad intraprendere questa strada?

[D.B.] – Sì, in quel periodo sognavo tutti i giorni ad occhi aperti. Non che ora non lo stia facendo, ma diciamo che spesso mi trovo a camminarci dentro ai miei sogni.  Fabio ed io avevamo una voglia matta di fare cinema, ma soprattutto volevamo che il cinema italiano offrisse qualcosa di più divertente al pubblico. E ci ritenevamo in grado di poterlo fare di offrire le nostre abilità ed idee per progetti particolari. Strada molto difficile, e molto molto complicata in questo paese.

[M.L.] – Cos’è esattamente “Flying Without Fear”?

[D.B.] – Il Flying Without Fear come significato profondo, è un sogno. “Volando Senza Paura” è ciò che facciamo sempre quando ci alleniamo (chi ci conosce lo sa), e il desiderio che ha fatto partire tutto è sempre stato quello di spiccare il volo, raggiungere un successo, che poi non è altro che fare delle nostre passioni una professione. In termini pratici è un team di StuntMan che si allenano costantemente e che racchiude persone umili che provengono dalla pratica delle arti marziali, qualsiasi esse siano. E’ un gruppo di persone scelte, che non si allena semplicemente perchè deve farlo, ma si allena per un obiettivo. E’ importante, quando si tratta di scene stunt, poter lavorare con persone di cui si conoscono i movimenti e le abilità, ma soprattutto con le quali si ha una forte affinità, altrimenti si rischia di farsi male.
Il team è specializzato in scene d’azione di diverso tipo, costruzione di coreografie di combattimento, e tanti altri campi. Negli ultimi periodi stiamo allargando i nostri campi di conoscenza e conoscendo preziosi collaboratori. Se volete date pure una sbirciatina a www.fwfteam.net il sito ufficiale.

[M.L.] – Oltre che un bravo stunt sei anche attore e la tua ultima esperienza è in “Lupo della notte” del duo Ficetola/Fontana, come sei arrivato ad interpretare Lupo, il tuo personaggio?

[D.B.] – Grazie del complimento !
Conosco Giovanni e Matteo da ormai molti anni. Con Giovanni ci siamo conosciuti per caso, e da lì è nata una piacevole collaborazione. Lo considero a tutti gli effetti un membro del team, che ci segue ovunque, anche in palestra, con la sua telecamera.
Beh diciamo che Giovanni, conoscendo me ed il team, si è accorto che si potevano fare grandi cose insieme, e così, cortometraggio dopo cortometraggio, è nata l’idea di “Lupo della Notte”, assieme a Matteo Fontana, suo strettissimo socio. E il personaggio di Lupo, era stato pensato proprio per me.

[M.L.] – E come ti sei trovato a vestirne i panni?

[D.B.] – Devo dire che mi sono trovato abbastanza a mio agio. Il personaggio di Lupo essendo costruito sulla mia persona mi assomiglia parecchio, ma fino ad un certo punto. Durante il periodo di riprese non stavo vivendo dei momenti molto felici, e questa cosa mi ha proprio aiutato a calarmi nella parte. Credo, mio modestissimo parere, che sia più difficile interpretare un personaggio che ci somiglia molto senza renderlo irreale, piuttosto che “caratterizzare” un personaggio e renderlo credibile.

[ML.] – Dal tuo punto di vista, quali sono state le difficoltà maggiori nel girare questo action movie?

[D.B.] – Una sola. Il budget ridottissimo.

[M.L.] – Qual’è la tua opinione nei confronti del tema trattato nel film?

[D.B.] – Come dicono spesso i due registi, Giovanni Ficetola e Matteo Fontana, è un film completamente AMORALE. Non si vuole dare nessun suggerimento insegnamento o che altro.
La trama tratta di un giovane che è costretto a combattere clandestinamente per guadagnare soldi. E la cosa gli piace.

E l’idea è piaciuta molto anche a me fin da subito.

[M.L.] – Cosa pensi, da persona coinvolta, del nostro cinema?

[D.B.] – Bah, non che ci sia molto da dire riguardo al nostro attuale cinema. Confesso, che non vedo film ne serie tv italiane. Parto già dal presupposto che non mi piacciono.

Quello che penso, è che ci sia bisogno di smuovere le cose, avere più CORAGGIO e offrire possibilità a chi le merita.

Bisogna OSARE!

[M.L.] – Dopo quest’ultima esperienza quali sono i tuoi progetti per il futuro?

[D.B.] – Ci sono alcune offerte di lavoro che sto valutando. E alcuni progetti che stanno piano piano crescendo e sviluppandosi.

Non voglio svelare troppo, finchè non ho la certezza delle cose. Intanto io continuo ad allenarmi come un pazzo cercando di migliorare e ampliare le mie conoscenze!
[M.L.] – Ti ringrazio a nome mio e di “Non solo G0r3” per la disponibilità dimostrata e ti faccio tanti auguri per tutto!

[D.B.] – Grazie mille a voi per la possibilità !!! CIAO !

Licenza Creative Commons Questo sito è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Hit counter by goldbetreview