INTERVISTA CRISULA STAFIDA

Oggi Non solo G0r3 vi propone l’intervista di Crisula Stafida, ma prima che arriviate ad essa credo sia giusto spendere qualche parola in più.
Ci terrei a precisare che purtroppo non ho molta stima per il nostro cinema – parlo ovviamente del cinema prodotto e distribuito senza alcuna fatica – Non voglio fare di tutta un’erba un fascio perché non è giusto e non è quello che penso, non lo è appieno. Come mi sono trovata a dire in precedenza, da una decina d’anni, forse più, il nostro cinema non ha fatto altro che adeguarsi – nella maniera sbagliata – ad una massa che sinceramente può permetterselo facendo pian piano calare l’interesse verso quello che un tempo era un cinema valido con qualcosa da dire, quando ancora brillava di luce propria, una luce che ha abbagliato parecchio… Di attori e attrici ne abbiamo avuti tanti, nomi che ancora oggi fanno venire i brividi…..si, ma che fine abbiamo fatto? Sono pochi oggi, gli attori e le attrici del nostro cinema che ritengo meritevoli di tale fregio, specie sulla parte femminile e mi spiace dirlo, ma trovo che molti dei lavori che vengono qui da noi prodotti non abbiamo davvero nulla da raccontare e sono solo delle pretese per continuare a guadagnare e non fare Cinema. E’ troppo facile aggrapparsi a film sui quali si ha una certezza economica, un ritorno, anche se non a livello intellettuale. Questo non è d’aiuto! Mi rendo anche conto che la colpa non è solo di quelle persone che possono decidere quando e come produrre un film e distribuirlo, ma è anche e soprattutto colpa nostra che ci lamentiamo, ma a conti fatti continuiamo ad andare vedere dei film e ritenerli tali quando in realtà non è così….L’Itala non ha coraggio e non solo nel cinema e perché mai rischiare di investire su di un artista quando non si hanno determinate certezze? Ci siamo adagiati su un cuscino apparentemente comodo che non farà altro che distruggere quello in cui un tempo eravamo dei maestri apprezzati, stimati e perché no, anche invidiati.
Il mondo del cinema indipendente non è così scarso come si pensa o come vogliono farci credere, ma è normale che la massa la pensi così adeguandosi a sua volta a quello che fa più comodo.
Provare per credere, e questo è quello che ripeterò fino a quando avrò modo di farlo credendo in questo frangente che dimostra di amare il cinema molto di più di quanto si possa credere e molto di più di quelli che hanno la fortuna di farlo costantemente senza dover fare i conti con enormi difficoltà. Certo, non tutti i lavori indipendenti sono meritevoli e all’interno di questi si trovano a fatica bravi attori, che spesso attori non sono, e dei buoni effetti speciali, una buona fotografia e via discorrendo, ma molti di questi invece sono delle grandi sorprese!
Una di queste sorprese, anche se ci troviamo di fronte comunque ad un’attrice non solo di televisione e cinema, ma anche di teatro, è stata Crisula Stafida, donna dalla indubbia bellezza e bravura. Crisula non è solo una bambolina dalla pelle di pesca, ma un attrice che crede in quello che fa e l’impegno che ci mette è senza dubbio riconoscibile. Il marito perfetto è un mediometraggio che non conta un cast numeroso, anzi e la storia ruota intorno ai soli due protagonisti – fatta eccezione per un momento – e questo può essere favorevole di fronte ad un budget limitato o inesistente, ma altrettanto sfavorevole a livello di resa. E’ risaputo che quando ci si trova davanti a questi prodotti il livello di recitazione deve necessariamente essere buono o al film non verranno mai resi giustizia ne merito. Entrambi i protagonisti di questo film sono dei bravi attori, dei bravi interpreti che non annoiano ne risultano pesanti, eccessivi o poco abili e questo fa parecchio per la riuscita di questo lavoro e Crisula è la parte che più mi ha colpita. Credibile fino in fondo, terrorizzata e folle al punto giusto. Alla fine della visione mi sono trovata piacevolmente entusiasta e credo che in questo caso ci si trovi davanti ad un talento che il nostro cinema potrebbe sprecare e sarebbe un peccato.
Ho potuto vedere Crisula in altre interpretazioni e c’è solo una cosa che posso dire, questa bellissima attrice ha talento e molte altre qualità che spesso vengono a mancare e questo merita riconoscimento, così come lo merita il nostro cinema indipendente e i suoi addetti ai lavori!
Ok, forse mi sono dilungata un po’ troppo ma ci tenevo…. adesso potete gustarvi le risposte di Crisula che gentilmente si è prestata a NSG.

[ M.L.] – Tu sei la protagonista femminile de Il Marito Perfetto, come ti sei trovata ad interpretare Viola De leo?

[ C.S.] - Quando Pavetto mi ha proposto il ruolo di Viola ne sono rimasta entusiasta, il personaggio mi intrigava e la sceneggiatura era stimolante…
certo le scene sono state davvero toste sia dal punto di vista emotivo che fisico e soprattutto non mi ero mai misurata nel genere “Horror”,
ma per la mia crescita professionale Viola è stato un personaggio importantissimo, che mi ha fatto capire cose di me e delle mie capacita’
che altrimenti non avrei mai scoperto.E recitare con un vestitino fatto di nulla in pieno inverno e in un boschetto gelido è stata un’esperienza indimenticabile:)

[ M.L.] – Questo è uno dei tuoi ultimi lavori, che a breve potranno ammirare tutti, cosa ti ha lasciato?

[ C.S.] - Una buona dose di schizofrenia da cui ancora non riesco a liberarmi:) scherzi a parte, è stato un’altro tassello importante del mio lavoro
e mi sta’ dando molto ora…nel senso che ci sono state recensioni positive sulla mia interpretazione, quindi penso che forse sono riuscita
nell’intento a cui tutti gli attori aspirano “arrivare allo spettatore” dargli un’emozione. Questo per me è il regalo piu’ grande e mi da’ ancora piu’ grinta nel continuare questo difficile percorso lavorativo.

[ M.L.] – Ad ottobre condurrai su sky un programma interamente dedicato al Cinema Indipendente, fetta di cinema nostrano che spesso vive nell’ombra,
ci puoi anticipare qualcosa in merito?

[C.S.] - Sara’ un programma dedicato appunto al cinema indi, un’appuntamento settimanale con un occhio di riguardo ai cortometraggi che purtroppo non trovano una grande
visibilita’ dopo essere stati prodotti, ed è un peccato perchè alcuni lavori sono veramente validi e meritano di essere visti. Cosi’
verra’ data la possibilita’ anche a registi e attori emergenti “ed emarginati” di farsi conoscere ed apprezzare dal pubblico. Sara’ nostra premura
scegliere i lavori e gli artisti piu’ meritevoli.

[ M.L.] – Ti va di parlarci dei tuoi prossimi progetti?

[ C.S.] - Sto’ ultimando le riprese di Storie di Borgata, regia di Enzo Basile, in cui sono la protagonista femminile accanto a Mirko Alivernini e altri bravi attori poco noti al grande pubblico ,ma assolutamente validi. Verra’ realizzato il lungometraggio per il cinema e tre puntate per sky.

 [ M.L.] – Grazie Crisula per la tua disponibilità e in bocca al lupo per i prossimi lavori

[ C.S.] - Grazie a te per sostenere e amare il cinema… e le sue “pedine”.

Licenza Creative Commons Questo sito è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Hit counter by goldbetreview