INTERVISTA A FRANCESCO PICONE

 [Di Marinella Landi]

Non Solo G0r3 ha intervistato per voi Francesco Picone, regista dell’atteso Io sono morta.

[ M.L.] – Ciao Francesco, l’attesa intorno a “Io sono morta” è tanta, quando potremo guardarlo e dove?

[ F.P.] - Il cortometraggio horror ” Io sono Morta ” della durata di 17 minuti circa è attualmente nelle mani di Riccardo Iacono, che ne sta curando le musiche. Appena avrà finito mi occuperò personalmente del mixaggio audio. Sono già molto fiero del primo montaggio, considerando che il film è un ” inexistent budget ” credo che stavolta abbiamo fatto davvero un miracolo. A ottobre faremo un anteprima ( qui la pagina facebook per rimanere aggiornato su dove e quando ! http://www.facebook.com/pages/-Io-Sono-Morta-Cortometraggio-Horror/124204057640059 ), a seguire sarà proiettato in vari festival. Spero che il cortometraggio possa raggiungere il più ampio pubblico possibile, quindi mi sto impegnando per trovargli un’ adeguata diffusione. Approfitto per annunciare che il trailer del cortometraggio  http://www.youtube.com/watch?v=KcsRDtzmbKo è stato selezionato al festival ” Trailers Film Fest ” di Catania.

[ M.L.] – Parliamo dei precedenti lavori, per altro molto apprezzabili, per esempio, A joke of too much è un breve corto in cui viene omaggiato il b-movie, com’è nato questo lavoro visibilmente voluto?

[ F.P.] - L’idea del soggetto risale ormai al 2008 ed è frutto delle decine di pellicole di serie b visionate negli anni. Un insieme di rimandi al cinema di genere che ho inserito sia consciamente che inconsciamente. Credo che l’originalità del corto non stia certo nel soggetto, abusato centinaia di volte, ma nel prodotto in se.
Mi spiego: A joke of too much è un cortometraggio abbastanza anomalo nel panorama indipendente italiano, o lo si ama o lo si odia. In generale è piaciuto molto, ha girato festival e vinto premi, e sinceramente mentre lo giravo non pensavo minimamente a tutto ciò!

[ M.L.] – Cosa ci puoi dire del Fake-Trailer de L’invasione dei vermi spaziali, che precede ” A Joke of too much “?

[ F.P.] - Il finto trailer de L’invasione dei vermi spaziali è un omaggio a “Grindhouse” di Tarantino & Rodriguez. L’ho girato dopo il cortometraggio vero e proprio. Per la realizzazione mi sono studiato circa 6 ore di vecchi trailer grindhouse dal genere horror fino ai soft-core, e alcuni di essi sono vere e proprie opere d’arte.
Comunque a tutti quelli che mi chiedono se girerò mai un film vero e proprio de L’ invasione dei vermi spaziali la risposta è no! Non lo girerò mai!

[ M.L.] – In “Real Days” metti in scena una storia che a me a riportato per esempio alla mini serie britannica “Dead Set”, cosa ti ha portato verso la direzione presa per il film?

[ F.P. ] - “Dead set” l’ho visto solo ultimamente, ho iniziato le riprese di “Real days” nel 2008 per poi finirle nel 2010. E’ stata dura portarlo a termine, ma è stata una piccola palestra, dove ho imparato diverse cose. La svolta finale di questo mockumentary è una chiara metafora sui nostri tempi, una critica alla spettacolarizzazione e al gusto cinicamente voyeuristico . Anche se imperfetto è un cortometraggio a cui tengo molto.

[ M.L.]- Oltre al tuo ultimo lavoro, Io sono morta, hai altri progetti per il futuro, ci puoi anticipare qualcosa?

[ F.P. ] - Potrei dirti che sono a pezzi, a causa dei molteplici aspetti che ho curato in ” Io sono Morta “, la verità è che non vedo l’ora di rimettermi dietro la videocamera, magari per un lungometraggio, occorre “solo” trovare la giusta storia …

[ M.L.] – in bocca al lupo per tutto e grazie per esserti prestato agli amici di non solo G0r3.

[ F.P. ] - Grazie a voi!

Licenza Creative Commons Questo sito è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Hit counter by goldbetreview